L’ASSESSORE CALLEGARIN IN UN’INTERVISTA FA IL PUNTO GENERALE DELLA SITUAZIONE

Maurizio Callegarin assessore con delega al Commercio-Turismo-Boschi e Foreste-Ambiente-Frazioni per il Comune di Moggio Udinese, fa il punto dell’attività in un’intervista.

Il Comune di Moggio ha un grande patrimonio boschivo, come è stato valorizzato? Abbiamo un patrimonio boschivo che tutta la regione ci invidia, gestito ottimamente negli anni,  fonte di entrate importanti per le casse comunali. Con l’arrivo della nuova Guardia Boschiva si è finalmente avviato un processo di controllo e riqualificazione di alcune aree. Abbiamo dato avvio ad una nuova progettazione su  piste forestali e al piano Foreste Vetuste. Il nostro comune è uno dei pochi a trovarsi collocato fra boschi e un ambiente unico. La collaborazione con il Parco delle Prealpi Giulie è un ottimo viatico per lo sviluppo turistico’

Quali progetti avete messo in campo per la valorizzazione ambientale? L’ultimo progetto Ixodes ha portato nelle casse del Comune due importanti contributi, il primo di oltre 51mila euro e il secondo di 134mila euro,  per interventi legati alla L.R. 10/2010,  che daranno l’avvio ai lavori di recupero e risanamento dei terreni abbandonati. Altro aspetto legato al territorio sono gli interventi contro il degrado di alcune zone.

Per quanto riguarda il turismo avete riscontrato una crescita? Piccoli ma importanti segni di crescita ci sono, questo grazie al grande impegno delle associazioni e dei gruppi sportivi presenti. Le montagne e la nostra lunga vallata offrono di tutto e di più a chi ama questo tipo di attività e stile di vita: escursioni e alpinismo hanno da poco incominciato a convivere con i molti percorsi di Mountain Bike, con il Kanyoning  e l’equitazione. Con la prossima apertura del tratto Resiutta -Moggio Udinese, la ciclovia Alpe Adria sarà ancora più valorizzata, anche attraverso il sentiero religioso del pellegrino denominato “Romea Strata“ ideato e realizzato dall’ Arcideocesi di Vicenza.

E il settore enogastronomico? Anche questa voce ha fatto la sua parte, è stato ideato e realizzato il logo DE.CO. con relativo disciplinare . Altro importante appuntamento: la partecipazione alla manifestazione ‘SAPORI DI PRO LOCO’, tenutasi a Villa Manin; le signore del Brovedar hanno messo in campo tutta la loro esperienza e simpatia. Inoltre, è da segnalare che la Giunta provinciale è approdata nella piccola ma caratteristica frazione di Dordolla per i lavori di Giunta.

Il commercio locale come si colloca in questa crescita? A parte qualche novità è un settore che tende un po’ a soffrire. Quello legato al commercio è un malessere che attanaglia purtroppo non solo la nostra comunità ma tutti i piccoli Comuni della regione. Sotto l’aspetto tecnico amministrativo va invece segnalata la volontà di questa amministrazione di avere approvato il regolamento del mercato .

Per quanto riguarda le frazioni del comune cosa è stato fatto sinora?Le frazioni vengono visitate regolarmente, prendo ad esempio   Stavoli  frazione di non facile accesso dove sono stati fatti interventi importanti e decisivi per garantire la percorribilità con le nuove passerelle. Il rifacimento di alcuni tratti di strada per Costa dell’Andri, grazie all’Ispettorato delle foreste; la sistemazione di un tratto di strada presso località Badiuz di Monticello; la sistemazione di alcuni tratti a Bevorchians, a Nanghez,a Giallots, a Dordolla con la realizzazione di un nuovo piccolo parcheggio, a Grauzaria e così via. Molte le cose fatte, alcune visibili ma molte invisibili, lungo sarebbe l’elenco, vorrei soffermarmi proprio su quelle invisibili perché poi sono quelle del quotidiano vivere, quelle che ogni giorno ci vengono segnalate e che con pazienza cerchiamo di risolvere e a cui cerchiamo di dare risposta.

L’impegno mio e di questa amministrazione c’è, c’è tutto, come il vostro nel continuare a collaborare con senso critico e civile su ogni aspetto che porti benessere alla nostra comunità.

 

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.